Quali sono i giorni di chiusura e di apertura della Borsa?  In questo articolo vedremo qual è il calendario della Borsa Italiana.

Come di consueto, al termine dell’anno vengono indicati i giorni di chiusura dell’anno successivo. Grazie a questo calendario i trader riescono ad organizzare al meglio le proprie programmazioni. 

la Borsa Italiana

Come le altre borse del mondo, anche quella italiana è sempre chiusa sia il sabato che la domenica. Di seguito sono indicati i giorni di chiusura della Borsa Italiana del 2020:

  • Capodanno – Mercoledì 1 gennaio
  • Il Venerdì Santo – Venerdì 10 aprile
  • Il Lunedì dell’Angelo – Lunedì 13 aprile 
  • La Festa dei lavoratori – Venerdì 1 maggio
  • La Vigilia di Natale – Giovedì 24 dicembre 
  • Santo Stefano – Sabato 26 dicembre 
  • San Silvestro – Giovedì 31 Dicembre

Giorni di chiusura mercato after house Borsa Italiana 2020

Per quanto concerne invece l’after house il calendario della Borsa Italiana 2020 prevede che i giorni della chiusura sono quelli che seguono:

  • Gennaio – Giovedì 2, Venerdì 3 e Lunedì 6 gennaio;
  • Aprile – giovedì 9 e giovedì 30 aprile;
  • Giugno – lunedì 1 e martedì 2 giugno;
  • Agosto – da lunedì 3 a venerdì 7; da lunedì 10 a venerdì 14; da lunedì 17 a venerdì 21; da lunedì 24 a venerdì 28 e lunedì 31 agosto;
  • Dicembre – lunedì 7 e martedì 8; mercoledì 23, da lunedì 28 a mercoledì 30 dicembre.

Quali sono gli orari della Borsa Italiana 2020?

Il calendario Borsa Italiana 2020 prevede i seguenti orari. La borsa apre alle ore 09.00 e chiude ogni giorno alle ore 17.30. Dalle ore 8.00 alle ore 9.00 vi è l’asta di apertura, invece, dalle ore 17.30 alle ore 17.35, vi è l’asta di chiusura. Dalle ore 17.35 alle ore 17.42, si svolge la fase CPX, ovvero quella fase in cui vi è la negoziazione al prezzo di asta di chiusura e dalle ore 17.50 alle ore 18.00 vi la fase Cross Order Book dove solo alcuni broker potranno partecipare. 

Dalle ore 18.00 alle ore 20.30, invece, si svolgerà il mercato serale “Trading After Hours”. 

Non ci resta che porci l’ultima domanda: “Quali saranno i giorni di chiusura del prossimo anno?”